Tribunale (ANSA.it)Questa volta sembra proprio che il potere politico sia vicino a raggiungere l’obiettivo più a lungo e più duramente perseguito: la sottomissione del potere giudiziario. La legge 148/2011, ovvero un emendamento furtivamente inserito nella legge di conversione di un decreto legge in materia economica,1 la delega al Governo in esso contenuta e i relativi lavori parlamentari puntano dritto verso la soppressione di oltre 200 Tribunali e 700 sedi di Giudice di Pace.2 L’operazione è epocale e segna un deciso avvicinamento al dominio della politica sulla Giustizia.3

Continua »

Paradosso è una proposizione «che va contro l’opinione comune o contro il modo di pensare comune e, quindi, sorprende perché strana, inaspettata».1 Di fronte al paradosso l’attenzione immediata è per l’illogicità dell’affermazione, per l’incongruenza del postulato, mentre passa in secondo piano il messaggio diretto.

Continua »

La discussione pubblica di questi tempi ruota intorno a due questioni in netta contrapposizione tra loro. Da una parte il governo Monti che, con stile decisamente non appropriato a tecnici bocconiani chiamati per recuperare un po’ di decoro istituzionale, lancia provocazioni di basso profilo su quel poco che c’è rimasto in materia di certezza del posto di lavoro. Dall’altra il Paese reale che, quando può, manifesta tutto il suo disagio per una disoccupazione ai massimi storici, per una gioventù senza speranze e senza prospettive, per un Paese di fatto già in aperta recessione.

Continua »