Continua, celebrato e solenne, il costante isocronismo del pendolo. Il pendolo come la rosa — «Salviti il ciel…». La rosa come il pendolo.

Nel gran campo della letteratura sono spuntati a un tratto un roseto nominalista di monaci medievali e l’enigmatico albero delle sefirot. Non esisteva un ordine che legasse gli accadimenti sui quali ha indagato Guglielmo e non esiste il piano dei templari, che è una pura invenzione di Casaubon e compagni. Le cose e gli eventi sono e basta e non rimandano ad alcunché. Sunt flatus vocis universalia. È buio.

Continua »

Imponderabile
Speranza
Evoluzione
Politica

 

Dal 17 al 19 settembre, a Modena, Carpi e Sassuolo, si è svolto il festivalfilosofia 2010, appuntamento ormai tradizionale di fine estate. La parola di quest’anno, intorno alla quale ha ruotato la manifestazione, è stata fortuna. Filosofi autorevoli hanno tenuto le lezioni magistrali: Zygmunt Bauman, Giovanni Reale, Massimo Cacciari, Salvatore Natoli, Jürgen Moltmann, Gerd Gigerenzer, Niles Eldredge, solo per citarne alcuni. Numeroso e attento il pubblico. Il sindaco di Modena ha parlato di centocinquantamila presenze nei tre giorni e nelle tre città del festival, giunto quest’anno alla decima edizione.

Continua »