Papa Francesco (ctv.va)Giovedì scorso, 27 marzo, di primo mattino, cinquecento parlamentari italiani hanno partecipato alla Messa quotidiana di papa Francesco. La celebrazione di solito è nella cappella della casa Santa Marta, dove il papa risiede. In questo caso, invece, si è spostata nella basilica di San Pietro, non per omaggio alla categoria di fedeli, quanto piuttosto per evidenti ragioni di spazio: la cappella non può accogliere centinaia di persone.

Continua »

Paradosso è una proposizione «che va contro l’opinione comune o contro il modo di pensare comune e, quindi, sorprende perché strana, inaspettata».1 Di fronte al paradosso l’attenzione immediata è per l’illogicità dell’affermazione, per l’incongruenza del postulato, mentre passa in secondo piano il messaggio diretto.

Continua »

PONTIDA: IL PRATO DELLA LEGA CON LA SCRITTA CAMBIATAIeri sera a Bergamo, all’autodafé dell’orgoglio leghista, Roberto Maroni ha intimato che i soldi del finanziamento ai partiti, finora rubati dalle pecore nere padane, vadano ai militanti leghisti e alle sezioni. In una parola: alla base. L’ho sentito in diretta, alla televisione. Capisco perché l’ex ministro degli Interni (utile promemoria) abbia detto questo, ma non lo condivido. Mentre la Lega Nord dei padroni a casa propria si è meschinamente svelata essere dei ladroni a casa propria, è chiaro che Maroni, prossimo capo, voglia tenere buona la base evocando denari. Tutto sommato, da quel punto di vista, non fa una piega.

Continua »

Il 17 febbraio 2012, venerdì, ricorre il ventesimo anniversario dell’arresto di Mario Chiesa, politico milanese colto a riscuotere una tangente mentre era presidente del Pio Albergo Trivulzio. Era il 17 febbraio 1992. Una data e un fatto che portarono alla notorietà nazionale l’inchiesta della procura di Milano Mani pulite e il sistema di corruzione diffusa detto Tangentopoli.

Continua »