Ci sono volti e nomi che considero emblemi della vittoria tedesca al mondiale di calcio brasiliano. Mesut Özil, Jérôme Boateng, Sami Khedira. Non perché siano calciatori determinanti o, eventualmente, non solo e non tanto per questo. Khedira non ha neanche giocato la finale per problemi muscolari. Essi rappresentano la diversità nell’unità. Özil è di padre turco, Boateng di padre ganese, Khedira di padre tunisino. Insieme a Schweinsteiger, Thomas Müller, Hummels e gli altri sono la Germania campione, la Germania di oggi. Provenienze, storie, vite diverse, unite sotto la stessa bandiera, nel caso della coppa del mondo di calcio, dentro la stessa maglia.

Continua »

Il 9 dicembre 2011 a Firenze, il Forum La via d’uscita. Europa e Italia, crisi economica e democrazia ha lanciato una versione preliminare di un appello per un’altra Europa che oggi, in forma definitiva, raccoglie adesioni in vista del Forum Un’altra strada per l’Europa, del 28 giugno prossimo, presso il Parlamento Europeo a Bruxelles. La data è la stessa dell’inizio del Consiglio europeo da cui si attendono finalmente decisioni concrete verso il superamento della crisi. Continua »